La parabola del cotechino

Segnalo una interessante riflessione che focalizza uno dei tanti paradossi del nostro Paese: nella battaglia per la modernizzazione (che oggi significa sopravvivenza) gli strumenti in campo e le persone chiamate ad usarli sono i tradizionali fautori dei problemi stessi.

Bisogna cominicare a pensare a strade (e persone) realmente nuove, non nel senso di lanciare nell’agone persone giovani e fuori dai giochi tradizionali, ma nel senso di avere il coraggio di mettere in campo strumenti e persone di esperienza, con casi di successo documentabili alle spalle e buone idee per affrontare i problemi concreti.

Nella mia esperienza professionale di persone ed esperienze di qualità ne incontro tante. Bisogna solo avere la volontà di cercarle davvero accettando che possano mettere in discussione abitudini e sicurezze stratificate in tanti anni di status quo.

La parabola del cotechinohttps://goo.gl/q9Cc5